Lettera di una mamma italiana

1

6 ottobre 2012 di Il Komboloi

6 ottobre 2012

DIRETTA A CHI CI GOVERNA.
SONO UNA MAMMA ITALIANA, NON DISOCCUPATA, MA COMUNQUE IN DIFFICOLTA, COME LA GRAN PARTE DEGLI ITALIANI.
SI, PROPRIO QUEGLI ITALIANI CHE HANNO MESSO AL MONDO FIGLI AI QUALI HANNO PROSPETTATO UN’ITALIA RICCA DI CULTURA,CAPACE DI COSTRUIRE AZIENDE LEADER MONDIALI, VEDI: “PARMIGIANO
REGGIANO”, “BARILLA”, “FERRARI”, “PIZZA”, “MONDO DELLA MODA”,ECC.
ABBIAMO RACCONTATO AI NOSTRI FIGLI DI UN’ITALIA CHE HA SAPUTO APPRODARE ALLA DEMOCRAZIA ,CON IL SACRIFICIO E LA VITA DI MOLTI ITALIANI.


UNA FAMIGLIA ITALIANA COME LA MIA, CHE VIVE DI UN REDDITO COSTRUITO SULLE PROPRIE FORZE.
SIAMO DUE PICCOLI “IMPRENDITORI” AUTONOMI CHE VIVONO UNA CONDIZIONE ECONOMICA NON DI NECESSITA’, ANCHE SE QUOTIDIANAMENTE
CONTRASTATA DA UNA PRESSIONE FISCALE CHE NON CI LASCIA VIVERE.
IO HO UNA PICCOLA ATTIVITA’ IN UN PAESINO DI 2000 ABITANTI CHE GESTISCO DAL
1981, DALLA TENERA ETA DI 18 ANNI.

QUESTA ATTIVITA’ IO L’HO COSTRUITA CON GRANDI RINUNCE E GRANDI SACRIFICI, RICAVANDO DA ESSA PICCOLI UTILI CHE MI HANNO DATO LA DIGNITA’ DI VIVERE DI UN LAVORO PRODOTTO DA ME STESSA, CON I RISCHI CHE PUO COMPORTARE LAVORARE IN UNA PICCOLA REALTA COME LA MIA.
EBBENE IO SONO VITTIMA, COME TANTI ITALIANI ONESTI COME ME, DI 6 ACCERTAMENTI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE PER NON ESSERMI ALLINEATA FALSAMENTE AGLI STUDI DI SETTORE.
DICO FALSAMENTE PERCHE’ I PARAMETRI DEGLI STUDI DI SETTORE NON SONO ADEGUATI ALLA NOSTRA PICCOLA REALTA’ E SONO FALSATI DALLA SCARSA CONOSCENZA DI QUESTE REALTA DA PARTE DI CHI CI OBBLIGA AD ALLINEARCI.
COMUNQUE, LA MIA FAMIGLIA NON E’ TANTO ASSILLATA DA PROBLEMI ECONOMICI, POICHE’ SIAMO STATI SEMPRE CAPACI DI REINVENTARCI, NONOSTANTE QUESTA DIFFUSA CONDIZIONE DI MALESSERE E SFIDUCIA CHE PERVADE LA NOSTRA VITA E SOPRATUTTO QUELLA DI CHI CI CIRCONDA.
ORA IO MI CHIEDO; COME FATE VOI CHE CI GOVERNATE A VIVERE SERENI PUR ESSENDO CIRCONDATI DA TANTO MALESSERE?
SE NON DIRETTAMENTE QUANTO MENO PER I VOSTRI FIGLI O I VOSTRI NIPOTI; COLORO CHE IERI HANNO AFFOLLATO LE PIAZZE D’ITALIA NELLA DISPERATA RICHIESTA DI DEMOCRAZIA E DI CONDIZIONI DI VITA, PER SE E PER I PROPRI CARI, PIU ADEGUATE.

NOI VORREMMO RISPETTARE LA PROMESSA DI VITA CHE GLI AVEVAMO PROSPETTATO QUANDO LI ABBIAMO MESSI AL MONDO, “FARLI STARE BENE”.
VOI CHE CI GOVERNATE DOVETE AVERE IL CORAGGIO DI CAMBIARE, DIVENTARE MENO INGORDI, PIU’ SCRUPOLOSI, PIU’ DIGNITOSI; IL VOSTRO POTERE DEVE ESSERE COSTITUITO DALL’ESEMPIO CHE CI DOVETE DARE, CIOE’ ESSERE IN GRADO DI DIMOSTRARE A TUTTI NOI CHE LE COSE POSSONO CAMBIARE E VANNO CAMBIATE.
NOI GENITORI, COMPRESI VOI DELLE FORZE DELL’ORDINE, NON POSSIAMO PERMETTERE CHE I NOSTRI FIGLI, MINORENNI O MENO VIVANO, UN MOMENTO DI FALSA DEMOCRAZIA COME QUELLO CHE HANNO VISSUTO IERI A ROMA, TORINO, BOLOGNA, NAPOLI.

Annunci

One thought on “Lettera di una mamma italiana

  1. […] sorge un dubbio. Ma non è che gli arresti, le ripercussioni e la rappresaglia mediatica e poliziesca del 14 dicembre e del 15 ottobre ci sono state perché quella piazza, seppur […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: