Manifestazione dell’Mse e escalation di forze neonaziste

2

8 novembre 2012 di Il Komboloi

(Come alcune organizzazioni si muovono sul territorio romano e collegamenti europei.)

Sabato 10 novembre, il Movimento Sociale Europeo ha promosso una manifestazione neonazista a Roma.
Tanti gli appelli per evitare la marcia dei neonazisti provenienti da tutta Europa ma tante le alleanze strette dagli stessi organizzatori.

La manifestazione, prevista il 10 novembre alle 16 in piazza Risorgimento, è stata lanciata da Giuliano Castellino, un passato in Forza Nuova, Base Autonoma e Casa Pound, dopo una sbandata “istituzionale”, con la Destra di Storace, Castellino torna alle origini mettendosi alla guida di uno dei tanti gruppuscoli della galassia dell’estrema destra romana, il Movimento Sociale per l’Europa appunto, che si riunisce nella storica sede dell’Msi di Prati in via Ottaviano 9. 

Foto di Nicola Gesualdo

Ha invitato tutti i maggiori gruppi che si richiamano all’ideologia fascista e nazista sul territorio nazionale e sparsi in Europa. Tra le varie sigle invitate, spiccano i greci di Eoniko Metano e di Patria Hellas, gli spagnoli del Movimento Sociale Repubblicano, i belgi di Nation che si richiamano ad un idolo dei giovani fascisti e nazisti sparsi nel mondo, Leon Degrelle o ancora Corsica Patria Nostra, Euro-Rus e i francesi di Troisieme Voie, che parteciparono, già nello scorso febbraio, ad un convegno internazionale semiclandestino a Roma, sempre nel rione Prati.

“L’Europa sta morendo, è tempo di tornare. L’Europa appartiene a noi” questi i proclami lanciati dagli organizzatori, parlano anche di prossime “azioni concrete”.

A preoccupare non ci sono solo le alleanze europee ma anche quelle nazionali, ad esempio la sezione di Catanzaro, la prima al di fuori dei confini della capitale, dove l’Mse sostiene, alle prossime comunali del 6 e 7 maggio, il candidato del centrodestra, Sergio Abramo. Stesso simbolo (l’araba fenice), ma colori diversi, che richiamano quelli dello stendardo cittadino: il collegamento tra le due forze è sancito, a scanso di equivoci, sulla pagina Facebook del movimento. All’araba fenice, in questo caso, viene attribuito un significato locale: “L’abbiamo scelta, sperando che sia di buon auspicio e che anche Catanzaro riesca a risorgere dalle ceneri in cui avversa negli ultimi anni”.

Alleanze romane come quelle con Roma Nord, Areazione e Lotta Europea, quest’ultima vanta anche militanti minorenni reclutati nelle scuole della capitale che animano le serate della “Fortezza Europa”, pub neofascista inaugurato lo scorso 16 marzo per festeggiare i due anni di vita del movimento: oltre ad una foto di Assad, sulle pareti si riconosce una grande mappa dell’Europa colorata di nero, a simboleggiare la “conquista” europea da parte dei camerati.

Il pub si trova a pochi metri da un poligono di tiro, su viale Tor di Quinto 57 b, in un centro sportivo in cui si praticano gare di “extreme paintball”: veri e propri combattimenti con fucili ad aria compressa, in cui, al posto dei proiettili, si usano palline contenenti vernice. Una palestra per i ragazzi, soprattutto quelli più fanatici desiderosi di imparare a sparare e che qui conoscono le tattiche militari di eliminazione del nemico sul campo. Su “Fortezza Europa” si concentrerebbero anche le attenzioni delle forze dell’ordine, che dovranno capire le attività di un locale in cui vengono organizzate regolarmente (quasi sempre nei week end) feste per i camerati e skinhead e i cui profitti sono usati per sostenere le due formazioni politiche di riferimento. Del resto, i capi dell’MSE e di Lotta europea non sarebbero i primi ad aver compreso le potenzialità e la redditività dell’intrattenimento serale: CasaPound può vantare pub e ristoranti, i cui proventi finanziano le attività dei fascisti del terzo millennio.

Tante voci vogliono che la manifestazione non venga svolta: Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano delPrc-Federazione della Sinistra che invita, qualora la richiesta alla Prefettura e alla Questura di Roma non fosse accolta, tutte le forze democratiche ad organizzare per quella giornata e in quella piazza una contro-mobilitazione per impedire l’ennesimo scempio perpetrato ai danni della nostra Costituzione e della nostra Storia. 

Tra gli oppositori l’esponente Pd Enzo Foschi: “Tutte le forze politiche e democratiche con le istituzioni facciano sentire la loro voce per affermare che non si può permettere un corteo di questo tipo nella Capitale. 

L’ideatore, Castellino in questi anni è stato uno dei fedelissimi di Alemanno, ricevendo per questo vantaggi e benefici. Oggi, sotto la sigla del Movimento Sociale per l’Europa, pericolosamente rinata dalle sue ceneri, ha invitato a Roma, Medaglia d’Oro per la Resistenza, tutte le sigle della destra fascista e nazista europee tra le più feroci, xenofobe e antisemite”. 

Appelli anche da parte dell’Anpi e della federazione italiana Maccabi 

Un altro elemento che potrebbe portare la questura a decidere di impedire la manifestazione è la concomitanza con un altro corteo, quello degli studenti del Coordinamento delle scuole superiori che, da piazza dell’Esquilino a piazza Santi Apostoli, sfileranno contro i tagli all’istruzione affianco ai docenti.

Dalla questura assicurano che stanno effettuando un monitoraggio preventivo raccogliendo informazioni anche attraverso le segnalazioni che ci arrivano online e dagli stessi organizzatori; “il corteo in Prati è autorizzato e verificheremo che tutto si svolga serenamente”.

Il problema che emerge dai vari appelli è proprio quello dell’autorizzazione; la legge Scelba e Mancino sanciscono come reato l’apologia di fascismo, basterebbe semplicemente applicarle.

Sicuramente dalla Prefettura non potranno giustificarsi affermando che non si tratta di una manifestazione neonazista, basta vedere la bandiera del movimento, con al centro un’araba fenice, simbolo della resurrezione europea, e i suoi colori: rosso, bianco e nero che sono gli stessi della bandiera nazista.

Ma tra le istituzioni non ci sono solo oppositori, c’è anche chi come Sabbatani Schiuma de La Destra, afferma che sarà presente alla manifestazione per rivendicare l’autodeterminazione dei popoli. 

Di braccia tese se ne sono viste tante ultimamente, come ad esempio al funerale di Pino Rauti, in cui il saluto romano e i vessilli fascisti l’hanno fatta da padrone.

Sembra essere l’apice di quanto ha concesso l’amministrazione Alemanno, che ha visto un’escalation di violenza da parte di “bande” fasciste e neonaziste in città, ultime le irruzioni con fumogeni nelle aule del Blocco studentesco, associazione studentesca di ispirazione fascista. 

Escalation riproposta anche da parte di onorevoli come Borghezio, che poche settimane fa, partecipando ad un congresso di estrema destra in Francia ha affermato: “Viva i bianchi d’Europa, viva la nostra identità, la nostra etnia, la nostra razza: quando la nostra patria viene invasa, bisogna bastonare” – aggiunge –

Foto di Nicola Gesualdo

Questi immigrati di pulizia non ne portano, perché l’immondizia certa gente se la porta da casa, ovviamente sia detto senza xenofobia. Se uno va in Svizzera, questa immondizia non la trova. Basta andare a Gerusalemme: nella parte israeliana c’è gente civile, nella parte palestinese si vede lo schifo, solo le donne che lavorano, gli uomini si grattano le palle tutto il giorno e giocherellano con il mitra

Con l’occasione ha anche espresso la sua opinione riguardo i fatti della scuola Diaz, esprimendo solidarietà a Manganelli per quei funzionari che secondo lui sono stati ingiustamente condannati: “Ho già comunicato al Capo della Polizia Dott. Manganelli, anche a nome di altri colleghi parlamentari della Lega Nord, la mia totale e convinta solidarietà verso i prestigiosi funzionari di Polizia ingiustamente condannati per i fatti della scuola Diaz”

Il 24 novembre va in scena un’altra manifestazione fascista a Roma, quella organizzata da Casa Pound Italia, che “assedierà i palazzi del potere”, gli stessi palazzi che hanno concesso all’ “associazione” lo splendido stabile in Via Napoleone III, costato ai romani 11milioni di euro.

da Oltremedianews.com

Annunci

2 thoughts on “Manifestazione dell’Mse e escalation di forze neonaziste

  1. Maria Grazia ha detto:

    che schifo!!!! Perchè l’ignoranza deve ancora regnare??
    Mum

  2. Il Komboloi ha detto:

    perchè c’è sempre qualcuno che la impartisce e l’appoggia dall’alto…gli esempi sono lampanti e citati…Borghezio, ecc.(questi ultimi fingono di essersi allontanati da tali faccende, ma in realtà ci sono dentro fino al collo, sono costretti ad essere quasi neutrali e il più democratici possibile per il ruolo istituzionale che svolgono)http://www.ilgiornale.it/news/interni/figlio-alemanno-vacanza-fa-saluto-romano-amici-842348.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: