Testimonianza di violenze e condizioni disumane in carcere

4

11 dicembre 2012 di Il Komboloi

Un detenuto presso il carcere di Catanzaro ha inviato una lettera per denunciare lo stato in cui versa il carcere di Catanzaro e il comportamento non professionale di alcuni esponenti della polizia penitenziaria.

Polizia Penitenziaria

Polizia Penitenziaria

Lettera inviata da un detenuto del carcere di Catanzaro a Emilio Quintieri (militante radicale calabrese), il quale afferma: “Ricevo una lettera da un ragazzo calabrese di appena 24 anni, detenuto presso la Casa Circondariale di Catanzaro Siano perché condannato, in primo grado, all’ergastolo con isolamento diurno per omicidio pluriaggravato. Molte circostanze riferite nella lettera mi sono già note (alcune confermatemi proprio nei giorni scorsi dai Dirigenti Sindacali della Polizia Penitenziaria) ed altre meritano di essere approfondite, anche tramite Visita Ispettiva Parlamentare che sto cercando di organizzare”.

La lettera

Caro Emilio, comincio questo mio scritto con la speranza che ti giunga trovandoti in ottima forma come lo stesso ti posso dire di me. Comincio col dirti che mi permetto di darti del tu !!! Scusa se non ti ho risposto prima ma sto affrontando il processo d’appello e non ci sono con la testa, ora sono all’isolamento perché come al solito tutti i giorni fanno abusi e chi più e chi meno li subiamo tutti.

Non hai idea di quante cose ti dovrei dire e ti devo dire, comincio col dirti che mi trovo all’isolamento perché un Agente Penitenziario ha dato uno schiaffo a un detenuto di 60 anni, io ero fuori dalla cella per andare in doccia, l’ho divisi e mi ha fatto rapporto e denuncia perché secondo lui non dovevo mettergli le mani addosso, ma questa credimi che è successa a me è una piccolezza, ne capita di peggio …….

Figurati che c’è un detenuto “M.S.” che è afflitto da una malattia gravissima che gli mangia le ossa e non c’è cura e per questa stessa malattia ha già perso il padre e un fratello di 18 anni. E’ un ragazzo di 42 anni.

Adesso anche lui si trova qui con me in isolamento perché ha litigato con un Agente che lo prendeva in giro, lui non può nemmeno stare in isolamento perché non si può autogestire ed ora è qui in cella da solo senza televisione e con la cella che non puoi passare di la perché è in condizioni disumane.

Come lui c’è ne sono tanti altri detenuti in condizioni pessime e poi dicono che è “Centro Clinico” ma per loro puoi morire. Se stai male il dottore non viene per niente, ti manda le bustine o qualche pillola senza sapere nemmeno se sei allergico e la manda col lavorante o con l’Agente oppure se ne frega e non viene per niente. Siamo 3 in cella e se uno sta alzato gli altri 2 devono stare a letto perché non ti puoi muovere, le celle fanno schifo, il mangiare non ne parliamo proprio !!!

Ai colloqui non posso stare tranquillo con mio figlio e mia moglie perché il bambino vuole muoversi e scappa tavoli tavoli, poi lo sgrido perché in quella stanza siamo 20 persone e lo spazio è ridotto e gli altri devono farsi il colloquio e non sta più che piange. Bisogna avere un’aria verde per i bimbi perché com’è movimentato il mio ce ne sono tanti altri e poi li vediamo una volta a settimana e vederlo piangere non è il massimo !!!

Qui siamo tanti i detenuti che stiamo crescendo i figli da qua dentro e ancora dopo milioni di istanze non abbiamo potuto farci nemmeno una foto con i nostri bambini !!!

Da quattro anni che sono qua e ancora non ho visto un’educatrice o una psicologa, niente, 20 ore in cella come le BESTIE e loro godono !!! Le docce devi stare attento dove metti le mani o i piedi che siamo a rischio epatite, questo carcere come tanti altri sono delle TOPAIE. Topaie non per modo di dire, ma sul serio, ci sono milioni di topi e due gatti che figurati, che i gatti quando vedono i topi scappano !!!

Se ti affacci alla finestra vedi solo spazzatura e bratte, topi ed altri animali e qui in isolamento passano i topi e fanno la conta !!!

Siamo al 5 Dicembre 2012 e non sono accesi i riscaldamenti, stiamo morendo di freddo, noi abbiamo fatto i reati, però nemmeno vivere così ….. e poi perché questi Assistenti alzano le mani sui detenuti ? Perché ?
Se dai uno schiaffo a un cane, ci sono gli animalisti che tagliano le mani a chi gliel’ha dato, allora cosa siamo noi qua ?
Te lo dico io, siamo peggio degli animali per loro, se potessero ci farebbero camminare con le catene ai piedi e alle mani e questo te lo assicuro, siamo in uno stato di degrado impressionante !!
Comunque io sono al …. piano Media Sicurezza Cella .
Ora concludo chiedendoti scusa se ho esagerato, ma non so scrivere bene l’italiano, io parlo come mangio…
Grazie del tuo interessamento. Cordiali Saluti

N.B. Questo che ti ho scritto è una minima parte.

Carcere Catanzaro Siano 05/12/2012

Perché, spesso, chi deve controllare dovrebbe essere controllato?

Il tutore dell’ordine non può permettersi di travalicare i propri poteri e di sentirsi in condizione di sostituire lo Stato nel giudizio o nella punizione da dare al reo.
Però, spesso, chi deve controllare si fa “prendere la mano”, forse proprio per le cattive condizioni delle carceri, che comportano uno stress anche per la guardia penitenziaria; ma bisogna tener ben presente che tutto questo non giustifica un atteggiamento violento nei confronti dei carcerati, a prescindere dal reato da loro commesso.

da Oltremedianews

 

Annunci

4 thoughts on “Testimonianza di violenze e condizioni disumane in carcere

  1. […] « Testimonianza di violenze e condizioni disumane in carcere […]

  2. […] Leggi “Testimonianza di violenze in carcere” […]

  3. […] Leggi “Testimonianza di violenza in carcere e condizioni disumane” […]

  4. […] stato punito il trattamento inumano e degradante, sancito dall’articolo 3 della Convenzione Europea sui diritti dell’Uomo, di 7 […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: